Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

  • Visite: 189

Frozen Yogurt al pistacchio

Ingredienti:
600 g di yogurt greco al 2% di grassi
190 g di latte parzialmente scremato
60 g di zucchero di canna grezzo
100 g di pasta di pistacchi
Pistacchi crudi non salati q.b.
Cioccolato fondente q.b

Preparazione:
Per iniziare mettete il latte, lo zucchero e la pasta di pistacchio in un pentolino e fate sciogliere bene senza portare ad ebollizione. Versate in un contenitore, lasciate raffreddare e poi aggiungete lo yogurt greco mescolando completamente. In alternativa alla pasta di pistacchio potete aromatizzare il frozen yogurt a vostro piacimento con essenza di vaniglia o con polpa di frutta frullata e aumentare lo zucchero a 100 g. Ponete il contenitore in frigorifero per almeno 1 ora per far riposare il composto.
A questo punto se avete la gelatiera seguite le istruzioni per la preparazione del gelato, la mia ci ha impiegato 20 minuti ma a seconda del modello il tempo di preparazione può variare.
Se invece volete procedere senza gelatiera, versate il composto raffreddato in un contenitore basso e largo (possibilmente in acciaio) e ponetelo in freezer, dopo 30 minuti tiratelo fuori dal freezer e mescolate velocemente con un cucchiaio. Dovrete ripetere l'operazione per altre 3 o 4 volte cercando di rompere i cristalli di ghiaccio che si formano, fino a far raggiungere al composto una consistenza cremosa.
Quando il frozen yogurt sarà pronto lasciatelo riposare in freezer  per 4-5 ore.
Versatelo nelle coppette, guarnitelo con pistacchi tritati e scaglie di cioccolato fondente e servitelo subito.

È ottimo anche gustato al naturale o guarnito con frutta fresca.